Iniziative FABI SICILIA  per i danni causati dagli incendi a  Persone e Imprese

Iniziative FABI SICILIA  per i danni causati dagli incendi a  Persone e Imprese

                                                         COMUNICATO STAMPA

Raffa (FABI): Incendi provocano disastri economici  alle Imprese, Governi e Banche prendano opportuni provvedimenti

L’allarme già lanciato da FABI BCC Sicilia va tenuto in debita considerazione non solo dalle Banche di Credito Cooperativo ma da tutti gli Istituti di Credito presenti nel territorio isolano. Le Banche, sospendano con immediatezza il pagamento delle rate di mutuo per i soggetti che hanno subito questa grande disgrazia e che ha causato loro danni rilevanti e in alcuni casi la perdita totale dei loro beni.

I Governi Nazionale e Regionale debbono intervenire immediatamente con provvedimenti urgenti finalizzati a dare un po’ di serenità alle Persone e agli imprenditori che sono disperati della sciagura causata dagli incendi in varie zone della nostra Regione.

Occorre operare presto e senza indugi per fare rinascere ciò che è stato distrutto.

Palermo, 11 agosto 2021 

Carmelo Raffa

Coordinatore FABI Sicilia

LETTERA A ISTITUZIONI E BCC DA FABI BCC SICILIA

Oggetto piano di azione per aiutare le aziende colpite da incendi

Le Madonie ed in particolare i comuni Di Gangi, Geraci Siculo,

Castel di Lucio e San Mauro Castelverde sono stati devastati (e continuano

ad esserlo) da un incendio che ha distrutto flora, fauna, aziende, stalle,

fienili!

Il bilancio a consuntivo é drammatico, i soccorsi e i volontari hanno messo

in salvo le persone, ma un danno enorme al cuore all’economia Madonita!

Case, stalle, fienili, mezzi agricoli, mandrie etcc il lavoro di generazioni

di agricoltori ed allevatori é andato in fumo!

Purtroppo la tentazione di abbandonare tutto, in questi casi, é

naturale ma crediamo che sia dovere di tutti lavorare per far rinascere

dalle ceneri una nuova opportunità di crescita e sviluppo .

La fabi, il principale sindacato dei bancari italiano, ribadisce con

forza e a gran voce che dopo la conta dei danni bisogna subito ripartire

ed immediatamente ricostruire tutto ma serve un aiuto concreto!

Chiediamo un coinvolgimento di tutti gli attori istituzionali: la presidenza

della regione, l’assemblea regionale, la città metropolitana, la sosvima, il

gal, L’unione dei comuni, i sindaci locali, l‘abi regionale la federazione

delle banche di credito cooperativo e non per ultimo le banche locali di

attivarsi per un aiuto tangibile e concreto agli agricoltori colpiti

direttamente o indirettamente dal disastro economico sociale ed

ambientale. Serve a nostro avviso un aiuto immediato diretto e concreto

per i soggetti danneggiati! Una prima risposta potrebbe arrivare con una

sospensione o una moratoria sui mutui e dei crediti in essere.

Serve un azione di rilancio economico e sociale ma per farlo

servono azioni di lungo periodo con investimenti strutturali e fondi di

garanzia.

Ritornare ad investire, ricostruire, ammodernare e perché no

internazionalizzare le piccole aziende agricole del territorio madonita.

La politica dovrebbe chiedere ufficialmente ( magari con delibere dei

consigli comunali aperti nei luoghi del disastro) al governo Draghi, sempre

attento alle esigenze del territorio, un azione straordinaria con i famosi

fondi europei del Pnnr .

Noi chiediamo: alla politica e alla società civile di mettere il settore

primario al centro del dibattito economico e sociale!

Noi proponiamo di iniziare da subito di lavorare su due fronti uno

immediato e l’altro di lungo periodo. Dare subito respiro con un linea di

credito speciale per affrontare i costi di bonifica e messa in sicurezza delle

azienda e una seconda linea di intervento di prospettiva con investimenti e

linee di credito per ammodernare le aziende .

La solidarietà è un valore di cui la comunità madonita è intriso, la gente, le

associazioni il sindacato hanno fatto la propria parte e continuiamo a fare

appello alla generosità per fronteggiare l’emergenza giornaliera. Ma

vogliamo essere ambizioni e crediamo che la rinascita, la resilienza sono

un valori concreti pertanto chiediamo di fare leva su questa forza etica per

ritornare ad avere floride aziende agricole che tutelano e custodiscono la

ricchezza che ci hanno tramandato i nostri genitori.

Fabi Bcc Sicilia

Gaetano Castagna

NELLA FOTO: Gaetano Castagna e Carmelo Raffa

Rispondi